Oppido Lucano, Carabinieri sentano furto di rame e recuperano un furgone rubato

OPPIDO LUCANO (PZ) – Ladri in azione nella periferia di Oppido Lucano nel pomeriggio della scorsa giornata. Una chiamata al 112 da parte del responsabile di una società di impianti eolici ha innescato l’immediato intervento delle pattuglie in circuito della Compagnia Carabinieri di Acerenza. I militari dell’Arma, in pochi minuti, hanno raggiunto il posto cogliendo i malfattori mentre tagliavano i cavi in rame situati all’interno del tronco di una pala eolica.
I malviventi, che di certo non si aspettavano un arrivo così tempestivo dei Carabinieri, per assicurarsi la fuga sono stati costretti ad abbandonare arnesi e attrezzatura da scasso che gli uomini dell’Arma di Acerenza hanno provveduto a sequestrare. Sul posto è stato recuperato anche il furgone utilizzato dagli stessi e che sarebbe servito per trasportare la refurtiva. Il veicolo, a seguito di accertamenti, è risultato asportato la notte precedente ad Avigliano ed è stato restituito al legittimo proprietario al termine dei rilievi effettuati dal personale specializzato del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Acerenza.
Soro ora in corso le indagini per risalire all’identificazione dei malfattori.
Un furto sventato ed un furgone recuperato che testimoniano ancora una volta l’importanza della tempestività della chiamata al NUE 112 al fine di permettere ai Carabinieri e alle Forze dell’Ordine in genere un intervento che, come sempre più spesso avviene, risulta essere risolutivo.