OSAPP: ‘Rivolta in carcere nel potentino, agenti in ostaggio

Melfi (PZ) – Rivolta anche nel carcere di Melfi, tre agenti di polizia penitenziaria in ostaggio dei detenuti mentre altri reclusi cercano di sfondare per salire sul tetto: è lo scenario descritto all’Adnkronos da Giuseppe Cappiello, vicesegretario del sindacato di polizia penitenziaria Osapp in Basilicata.

“E’ l’unico carcere di massima sicurezza in Italia – commenta Cappiello – oggi in rivolta”. In Italia si stanno susseguendo movimenti di protesta anche violenti nelle carceri contro le restrizioni ai colloqui con i visitatori imposte per l’emergenza coronavirus.

“Da quello che ho saputo – racconta il sindacalista – la situazione è complicata. All’esterno si trovano molti uomini di polizia e carabinieri. All’interno ci sono cento detenuti circa. Al primo piano si trovano la prima e la seconda sezione del carcere i cui detenuti non sono tornati nelle celle e tengono tre colleghi in ostaggio”.

“Un’altra sezione – prosegue – pare stia provando a sfondare un cancello per arrivare sul tetto. Infine, c’è una quarta sezione che sembra non stia partecipando alla rivolta”.

Fonte: adnkronos