Ospedale di Pescopagano: ‘Si proceda al reclutamento del personale e all’attivazione quanto prima dei posti letto intensivi e ad alta specializzazione per la neuroriabilitazione’

PESCOPAGANO (PZ) – Prendono corpo e si concretizzano in servizi dedicati ai cittadini lucani gli investimenti fatti dall’azienda ospedaliera regionale San Carlo sul presidio di Pescopagano (Potenza).

L’ospedale è stato oggetto di lavori di ristrutturazione e adeguamento per essere trasformato in un centro di riabilitazione di terzo livello rivolto alla riabilitazione intensiva, alle celebrolesioni, alle mielolesioni e alla lungodegenza. Callaudata anche la nuova Tc acquistata di recente che va ad aggiungersi ai moderni macchinari presenti nella struttura, che, anche in virtù della sua posizione strategica, si conferma attrattiva per pazienti provenienti anche da fuori regione, in maniera particolare da Campania e Puglia. 

La  Fp Cgil e Cisl Fp auspicano che quanto prima vengano attivati i posti letto intensivi e ad alta specializzazione per la neuroriabilitazione e che vengano attuate le procedure concorsuali per l’assunzione del personale che dovrà sostenere le suddette attività rafforzando l’organico assegnato al presidio attualmente ridotto in conseguenza dei pensionamenti e trasferimenti che si sono  susseguiti nel tempo.

Investire sulla alta specialità riabilitativa dà valore aggiunto ai servizi offerti dalla sanità pubblica in Basilicata, candidandola ad essere  sempre più attrattiva anche  nei confronti delle regioni limitrofe.

È quanto riferito in un comunicato diramato dai Segretari dei sindacati di categoria Cgil e Cisl