Polese (IV): “Bene Terzo polo su azzeramento liste d’attesa. In Basilicata serve concertazione per superare crisi Sanità”

POTENZA – “Bisogna rilanciare anche qui in Basilicata la proposta che oggi il Terzo Polo ha presentato a livello nazionale per l’azzeramento delle liste d’attesa per affrontare in maniera concreta e non nebulosa i problemi della Sanità. Questione Sanità che rimane la prima emergenza non solo in Basilicata ma in tutto il Paese”.

Lo dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale della Basilicata, Mario Polese di Italia Viva che sottolinea: “Le liste d’attesa in Basilicata sono la punta dell’iceberg di un intero comparto in grossissima difficoltà in tanti settori. In Italia secondo gli ultimi dati sarebbero quasi 100 milioni le prestazioni sanitarie non effettuate e in liste lunghissime. Se dal Governo nazionale fossero investiti i dieci miliardi di euro che il Terzo polo chiede ci sarebbero possibilità di risposte celeri anche in Basilicata”.

“Detto questo – aggiunge ancora il vicepresidente del Consiglio regionale lucano – è evidente che il problemi della sanità lucana ormai sono così tanti che solo un repentino cambio di rotta, al netto dei proclami e delle rassicurazioni di circostanza, potrebbe sortire un qualche effetto”.

“Mi associo pertanto – conclude Mario Polese- al grido di allarme di tanti cittadini e delle varie sigle sindacali – che chiedono ai vertici della Regione e al presidente Bardi un atto di responsabilità aprendo subito una fase urgente di concertazione per addivenire a soluzioni immediate. Solo così si può immaginare di iniziare a invertire una situazione altamente a rischio per la tenuta sociale dell’intera Basilicata”.