POLLINO COVID FREE | Pappaterra: ‘Pollino meta sicura’

Castrovillari (CS) – “Il Parco del Pollino è un territorio che dispone di un mix straordinario di risorse da far valere sul terreno turistico. I recenti Rapporti di Ecotur basati su dati Istat ci dicono che il Pollino è scelto per la vasta scala di offerta a partire dal turismo naturalistico ovviamente preponderante al quale si aggiungono il turismo dei beni archeologici e culturali , dei borghi di eccellenza, quello dei Cammini e delle tradizioni, il turismo sportivo ed infine non per ultimo quello della filiera eno-gastronomica che grazie ai nostri prodotti di qualità negli ultimi anni è cresciuta notevolmente. Ovviamente hanno fatto da grande traino negli anni recenti i prestigiosi riconoscimenti Unesco riferiti sia alla Rete dei Geoparchi che a quella delle Faggete Vetuste oltre che la riconferma della Carta Europea per il Turismo Sostenibile da parte di Europarc Federation” E’ quanto dichiara Domenico Pappaterra Presidente del Parco del Pollino in un‘intervista rilasciata a abmreport.

Pappaterra già nostro ospite qualche settimana fa a ‘CASAivl24’ aveva immaginato un percorso pst covid-19 che avrebbe messo al centro delle iniziative il Pollino potendo rappresentare una meta sicura per i turisti e durante la stessa si faceva promotore insieme al Presidente dell’APT Nicoletti e al Presidente Garofalo di Destinazione Basilicata portavoce di strategie e iniziative che potessero rendere sicuro e appetibile questo meraviglioso territorio baciato dal sole.

“Era doveroso che anche il parco mettesse – dichiara Pappaterra a abmreport in campo misure di sostegno del comparto turistico messo al tappeto dalla grave crisi epidemiologica che ha colpito il nostro paese e con la quale dovremo convivere ancora a lungo. Sono a rischio in Italia quasi un milione di posti di lavoro in questo comparto che fa il 13% del PIL nazionale; ed anche qui da noi circa 800 aziende che in questi anni avevano investito nel settore del turismo sostenibile rischiano una grave battuta d’arresto se non adeguatamente aiutate e sostenute. Il Consiglio Direttivo del parco ha di recente approvato la mia proposta di destinare 1 milione di euro rivenienti da avanzi di amministrazione e da risorse non destinate ad attività obbligatorie per l’istituzione di un fondo incentivante destinato alla parziale copertura di pacchetti turistici che i nostri operatori offriranno attraverso agenzie di viaggio o tour operator selezionati attraverso una procedura di gara su scala nazionale”.

La strategia di Pappaterra anticovid è un milione di euro investiti sul turismo per rilanciare l’area protetta nella fase 3, e il 26 giugno al direttivo del parco approvare il bilancio consuntivo, pubblicare una manifestazione d’interesse per adesione agli incentivi, gara per affidamento dei servizi ad Agenzie di Viaggio o Tour Operator per poter partire concretamente da fine settembre fino alla fine del maggio 2021. Insieme a questo mettere in campo una campagna di comunicazione e promozione e, infine, proporre il Pollino come meta sicura e facendo sottoscrivere a tutti gli operatori un Protocollo Sanitario e per la Sostenibilità.

#CASAivl24 LIVE – #BASILICATASICURA: I TERRITORI E LE LORO OPPORTUNITA'

#BASILICATASICURA: I TERRITORI E LE LORO OPPORTUNITA'I nostri ospiti: Francesco GAROFALO (Destinazione Basilicata), Antonio NICOLETTI (APT Basilicata), Domenico PAPPATERRA (Parco del Pollino)

Pubblicato da ivl24 su Martedì 26 maggio 2020