Possiamo donare agli altri unicamente ciò che abbiamo ricevuto. Magari domani resto di Lorenzo Marone

EDITORIALE – Se volete perdervi tra i vicoli dei Quartieri Spagnoli e innamorarvi di una storia intima e travolgente questo è il libro che fa per voi.

Luce, la protagonista, vive nei Quartieri Spagnoli di Napoli ed è una donna particolare. A dispetto del particolare cognome che porta, Di Notte, è “na femmena” poco solare, testarda e arrabbiata con la vita.

L’infanzia è una presenza costante, che la rende prigioniera di una vita piuttosto statica e che non sempre trasforma la realtà in qualcosa di romantico e colorato. Una voragine, che cerca costantemente di riempire. Quando a lavoro le viene assegnata la causa per l’affidamento di un minore, le giornate sono stravolte dalla presenza di un bambino e dall’arrivo nella sua vita di un artista di strada. 

Dello stile dell’autore si apprezza la capacità di raccontare l’esistenza con una leggerezza disarmante. Con questo libro si riflette, si sorride moltissimo e ci si commuove. Consigliatissimo a chi ha bisogno di ritrovare un po’ di luce in un momento che ha il sapore di penombra, perché dinnanzi alle difficoltà e alle disillusioni non bisogna mai perdere la voglia di volere e volerci bene.