Potenza: alla rassegna RibaP si parla di “Cristo si è fermato a Eboli” con un’anteprima d’eccezione

POTENZA – Si terrà domani, 30 novembre, a partire dalle ore 17:00 presso “Il Piccolo Teatro” Principe di Piemonte, il momento conclusivo dell’evento “RibaP – Ribaltare la prospettiva. I flussi migratori tra passato e presente: narrazioni sovrapposte sul mondo”, con un focus speciale su “Cristo si è fermato a Eboli”. Si partirà da una disamina di “Levi in Basilicata”, a cura di Donato Verrastro, docente di Storia contemporanea dell’Università degli Studi della Basilicata, per passare poi alla proiezione di: “Oltre Eboli”, di Camillo Mastrocinque, documentario prodotto nel 1951 dall’Istituto Luce e conservato presso la Cineteca Lucana, e di “Rosi About Eboli” dei registi svedesi  Björn Blixt e Peter Englesson che nel 1979 arrivarono in Basilicata per seguire le riprese del film “Cristo si è fermato a Eboli” di Francesco Rosi. L’opera, ritrovata solo qualche anno fa all’ Università di Copenaghen, sarà proiettata in anteprima a Potenza e contiene un’inedita intervista all’attore Gian Maria Volonté. 

Ospiti d’eccezione saranno i due registi svedesi che racconteranno il dietro le quinte del film di Rosi girato a Guardia Perticara, Craco, Aliano e Matera.  

Sarà, inoltre, proiettato il filmato ad opera di un gruppo di giovani cineasti lucani che, durante le giornate della rassegna, hanno partecipato al laboratorio itinerante “Alla riscoperta dei luoghi di Rosi” . I ragazzi, guidati  da Blixt e Englesson e da Manuela Gieri, docente di Storia del cinema dell’Università degli Studi della Basilicata, hanno ripercorso i luoghi del film cimentandosi nella produzione di una testimonianza audiovisiva che offre uno spaccato del racconto odierno di questi territori. 

Nella serata conclusiva, moderata da Mario Restaino, Presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata e responsabile sede ANSA Basilicata, verrà consegnato il Premio Lina Wertmüller nato nel 2022 in seno al Centro Sperimentale delle Arti del Mediterraneo (CeSAM), e sarà possibile visitare un estratto della mostra “Le mani sulla Verità. Cento anni di Francesco Rosi” allestita in collaborazione con il Museo del Cinema di Torino.

L’evento è organizzato dal Centro di Geomorfologia Integrata per l’Area del Mediterraneo (CGIAM) in collaborazione il Centro Sperimentale delle Arti del Mediterraneo (CeSAM), la Cineteca Lucana e l’Università degli Studi della Basilicata (UNIBAS), con il patrocinio del Museo Nazionale del Cinema di Torino, il Comune di Craco, la cooperativa Oltre l’Arte e il Parco Letterario “Carlo Levi”.

Ingresso gratuito.