Premio di produzione in Stellantis, Fim Cisl: “risultato della contrattazione sindacale e del contributo dei lavoratori”

MELFI (PZ) – “Siamo particolarmente soddisfatti dell’erogazione salariale che gli oltre 46 mila lavoratori di Stellantis riceveranno nella retribuzione del mese di febbraio e aprile 2023. E’ il risultato del sistema premiante da noi contrattato nell’ultimo Contratto Collettivo Specifico del 2019 e del contributo lavorativo dato dai lavoratori Stellantis. Il premio che mediamente sarà erogato è di 1.879 euro, composto da 1.429 euro determinato dalle risultanze del premio per efficienza e da 450 euro dall’erogazione di Stellantis”. Lo dichiara il Segretario nazionale Fim Cisl, Ferdinando Uliano.

L’erogazione del premio di efficienza contrattato sarà sottoposta a tassazione agevolata del 5% ed erogato nel mese di Febbraio e ha l’opzione welfare con contributo aggiuntivo aziendale del 10%. L’erogazione straordinaria che verrà erogata ad aprile solo ai dipendenti Stellantis Italia sarà soggetta ad tassazione ordinaria. Per i lavoratori somministrati il premio di efficienza verrà erogato il mese successivo.

Per quanto riguarda Melfi, il segretario generale della Fim Cisl Basilicata Gerardo Evangelista spiega che «ai dipendenti dell’indotto lucano a cui è applicato il Ccsl (Contratto specifico di lavoro) verrà erogato un premio pari al 6% della retribuzione che corrisponde a 1.331 euro lordi per la prima area professionale, a 1.429 euro lordi per la seconda area professionale e a 1.754 euro lordi per la terza area professionale. Gli importi saranno erogati nel mese di febbraio e tassati con l’aliquota agevolata del 5%. I restanti 450 euro – precisa Evangelista – saranno invece corrisposti ad aprile a titolo straordinario in base ai dati di bilancio e dunque sottoposti a tassazione ordinaria».

“Ora per noi è importante concludere positivamente la trattativa, che è in corso da 5 mesi, per il rinnovo del contratto scaduto il 31 dicembre. E’ fondamentale per noi recuperare il potere d’acquisto dei salari fortemente colpiti dal caro inflazione e ultimare le parti normative legate al contratto e al sistema premiante. I prossimi incontri di trattativa sono calendarizzati per il 6, 7, 8 marzo”, conclude invece Uliano.