Regionali in Basilicata, ore di attesa in casa centrosinistra

POTENZA – Ore frenetiche per arrivare al nome del candidato del centrosinistra per le Regionali lucane in modo unitario. L’obiettivo è quello di annunciare già oggi o al massimo domani anche per la Basilicata una candidatura unitaria come quella di Luciano D’Amico, in corsa in Abruzzo contro il governatore uscente del centrodestra Marco Marsilio.

Tutte aperte le strade tra Partito democratico e Movimento 5 Stelle con i nomi che si moltiplicano in cerca della quadra. 
Potrebbe essere Giampiero Maruggi, coordinatore del programma di Basilicata Casa Comune, il volto capace di spingere Angelo Chiorazzo ad accettare il passo “di lato” che ancora non c’è. Ma non mancano le alternative.

Lorenzo Bochicchio, ex direttore generale dell’Asp, il più quotato più tra i profili già noti. 
L’ex parlamentare Giampaolo D’Andrea, la strada suggerita da chi vorrebbe una figura di esperienza o anche il medico Rocco Paternó.
Per chi punta su una donna, invece, l’identikit sarebbe quello di Cecilia d’Elia, senatrice lucana eletta nel Lazio alle Politiche 2022.

Tante ipotesi che potrebbero costringere la coalizione a rimandare l’accordo a lunedì, dopo lo spoglio abruzzese. Con il conseguente ritardo nella formazione delle liste, in particolare per le autocandidature presentate dagli aspiranti consiglieri del Movimento 5 Stelle.

Chi lavora già alla campagna elettorale è il centrodestra, con Noi Moderati che domani inaugura la sua sede regionale a Potenza.