Rendiconto 2021 Regione Basilicata, sì dal Consiglio regionale

Dopo l’approvazione del Rendiconto, il consigliere Vizziello ha illustrato la mozione a sua firma sull’autonomia differenziata che è stata respinta dall’Aula. Sullo stesso argomento è stata iscritta una mozione a firma della consigliera Sileo

POTENZA – Il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza (con 10 voti favorevoli del presidente Bardi e dei consiglieri Aliandro, Baldassarre, Bellettieri, Cicala, Coviello, Leone, Piro, Quarto e Sileo; 6 voti contrari di Cifarelli, Leggieri, Perrino, Trerotola, Vizziello e Zullino e 1 astensione, quella del consigliere Giorgetti) il disegno di legge concernente il “Rendiconto Generale della Regione Basilicata per l’esercizio finanziario 2021”. Il presente ddl sostituisce integralmente il disegno di legge approvato con la delibera di Giunta regionale n. 527 del 10 agosto 2022 in quanto è stato necessario attenersi ai rilievi contenuti nella Decisione n.61/2022 della Corte dei Conti che ha parificato il Rendiconto 2021 approvato con la Dgr 527 con delle eccezioni.

I rilievi contenuti nella citata sentenza riferiti al 2021 hanno originato delle modifiche sulle poste accantonate e sulle risorse vincolate del risultato di amministrazione 2021, con una rideterminazione delle risultanze del Rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2021 della Regione Basilicata rispetto al documento approvato con la deliberazione n. 527/2022.

Il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2021 è così determinato: fondo di cassa euro 408.311.408,57; residui attivi euro 1.382.707.932,22; residui passivi euro 800.611.845,73; fondo pluriennale vincolato euro 435.793.176,11; avanzo di amministrazione euro 554.614.318,95; parte accantonata euro 84.243.018,63; parte vincolata euro 527.569.383,26; disavanzo accertato euro -57.198.082,94.

Dopo l’approvazione del Rendiconto, il consigliere Vizziello ha illustrato la mozione a sua firma sull’autonomia differenziata, presentata in Aula l’8 marzo scorso, sottoscritta da Cifarelli, Giorgetti, Perrino, Leggieri e Zullino. Ne è seguito un dibattito nel quale sono intervenuti i consiglieri Sileo, Leone, Giorgetti, Cifarelli, Braia, Perrino, Zullino e Leggieri, con le conclusioni affidate al presidente della Regione Bardi. La mozione è stata respinta con 10 voti contrari, quelli di Lega, Idea, Bp, FI, FdI e Sileo del Gruppo misto, 7 voti favorevoli, quelli di Iv-RE, Pd, M5s, BO e Giorgetti del Gruppo misto.

Subito dopo la consigliera Sileo ha chiesto l’iscrizione della mozione a sua firma “Iniziativa per l’attribuzione alla Regione Basilicata di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia ai sensi dell’articolo 116, terzo comma, della Costituzione”, richiesta accolta dall’Assemblea. La stessa Sileo ha chiesto di aggiornare i lavori del Consiglio regionale ad altra data.