Rigenerazione Urbana, il Pd Lauria presenta le sue proposte al sindaco Pittella

LAURIA (PZ) – “Come anticipato nel convegno sulla “Rigenerazione Urbana”, di sabato scorso, abbiamo elaborato un documento di proposta inviato all’attenzione del Sindaco. L’obiettivo è quello di far partire un confronto volto ad individuare un percorso condiviso e partecipato che consenta di affrontare la tematica sia dal punto di vista della riqualificazione che da quello sociale. Il nostro vuole essere un contributo fattivo per affrontare una problematica che, solo attraverso la condivisione, può essere avviata e portata avanti”.

E’ quanto scritto in un post social dal Segretario del Pd Lauria Angelo Lamboglia il quale, attraverso una nota che pubblichiamo integralmente qui sotto, porta all’attenzione del sindaco Pittella le proposte dei dem sulla riqualificazione urbana emerse nel dibattito a cui ha preso parte, tra gli altri, anche il neo segretario regionale dei dem, Giovanni Lettieri.

Leggi qui sotto la nota del Pd Lauria

Con la presente nota intendo portare alla sua attenzione, e dell’Amministrazione, la nostra proposta politica maturata a seguito del convegno “Rigenerazione Urbana-Lo strumento per ridare dignità al territorio”, tenutosi nei giorni scorsi presso “Palazzo Marangoni”.

Il locale Partito Democratico, alla presenza del suo Segretario regionale, Giovanni Lettieri, e del già Presidente dell’Ordine degli architetti P.P.C. della provincia di Potenza, arch. Michele Graziadei, ribadendo la necessità di procedere quanto prima all’approvazione del “Nuovo Regolamento Urbanistico”, non più rinviabile, ritiene opportuna, da parte dell’Amministrazione a Sua guida, l’apertura di un tavolo di confronto permanente sulla Rigenerazione Urbana. Nell’ambito del suddetto tavolo, mediante appositi strumenti urbanistici di “rinnovo urbano”, dovranno essere individuate le zone da riqualificare e definire le linee guida strategiche da adottare per favorire il rinnovo e la riqualificazione che non può prescindere da interventi coordinati di conservazione, ristrutturazione, demolizione e ricostruzione, volti a garantire la valorizzazione e la fruizione del tessuto urbano esistente, da dotare di eventuali servizi e attrezzature pubbliche.

In tal senso sarà necessario, mediante il costante confronto, individuare tutti gli approcci possibili per l’Ente al fine di poter concretizzare proposte tecniche di riqualificazione di intere aree a forte rischio per la incolumità pubblica a causa dello stato di abbandono in cui oggi versano.

Le proposte individuate dovranno conciliare l’aspetto relativo al rilancio del territorio e gli effetti delle stesse sulla vita sociale per favorire il raggiungimento di una migliore qualità della vita urbana. Pertanto, dovranno essere attenzionate tutte le aree destinate a verde pubblico che vanno preservate e potenziate in modo da favorirne la fruizione.

Il nostro impegno parte da un approccio Ecosostenibile che vede nel recupero e nella riduzione del consumo di suolo l’elemento fondamentale per dare sostanza alla transizione ecologica. Quest’ultima dovrà concretizzarsi nei fatti e con una attenta PIANIFICAZIONE. La transizione ecologica dovrà essere programmata con specifici capitoli di spesa per i quali la politica dovrà pretendere l’attivazione della Regione e dello Stato, prendendo anche in considerazione la revisione dei bandi di rigenerazione urbana, i cui criteri di finanziamento vanno rivisti.

Infine, ci sentiamo di avanzare tre proposte di riqualificazione riguardanti i due rioni:

 Piazza Viceconti- Porta Fontana;

 Via Fontana-Rione Fiume;

 I vecchi caselli dell’antica ferrovia, oggi pista ciclabile;

In merito, saremo pronti a dare tutti i dettagli quando sarà attivato il confronto che ci auguriamo possa essere proficuo per il paese tutto a prescindere dalle appartenenze. Certi di aver fatto cosa gradita e in attesa di un riscontro. La saluto