Rinascita Volley Lagonegro, il presidente Carlomagno sull’esonero di D’Amico: “Grande uomo e professionista, decisione dolorosa ma inevitabile”

LAGONEGRO (PZ) – Delusione, rabbia, rammarico. Quando si arriva all’estrema decisione di separarsi professionalmente dal proprio allenatore, bisogna resettare e ripartire. Giancarlo D’Amico non è più il tecnico della Cave del Sole Geomedical Lagonegro. E’ stato ufficialmente risolto il contratto che lo legava alla società valnocina. Abbiamo raggiunto telefonicamente il presidente del club, Nicola Carlomagno, che non ha celato il suo immenso dispiacere per questo epilogo: “Giancarlo è un grande uomo e un eccellente professionista. Desidero qui ringraziarlo per il lavoro, la dedizione e l’enorme passione che ha portato ai nostri colori. Purtroppo, i risultati ottenuti non hanno potuto evitare questa scelta dolorosa”. 4 sconfitte in 4 partite. Score inaccettabile. Ruolino di marcia davvero difficile da digerire per un club che in questa stagione punta traguardi ambiziosi. Doverosa, dunque, una riflessione e, di conseguenza, l’inesorabile decisione: “Quando si interrompe il rapporto con l’allenatore, però, non è mai colpa solo del singolo – confida Carlomagno – dobbiamo ora tutti rimboccarci le maniche, partendo da me e passando per i dirigenti, lo staff e tutti i giocatori. E’ necessario impegnarci di più e cercare di uscire al più presto da questa situazione“.

Al posto di D’Amico, le redini della squadra sono state affidate temporaneamente al vice, Roberto Di Maio: “E’ giusto che sia lui a traghettare i ragazzi in questa fase delicata – ha concluso il Presidente – più avanti faremo le valutazioni sul sostituto“.