Rivello: primo Comune Lucano ad onorare le Radio libere con una targa in rame

RIVELLO (PZ) – Nel corso di una cerimonia, è stata scoperta una splendida targa in rame, con la quale l’Amministrazione Comunale di Rivello, guidata dall’avvocato Franco Altieri, ha intitolato alle mitiche “Radio Libere” il vasto piazzale antistante la piscina Comunale.

E’ stata aggiunta la data 1976, per ricordare la storica e rivoluzionaria Sentenza della Corte Costituzionale, che fece uscire dalla clandestinità i pionieri-pirati degli anni Settanta, come Tonino Luppino di Radio Sapri, Nino Postiglione di Radio Potenza Centrale, Vasco Rossi di Punto Radio (Zocca, Modena), Peppino Impastato di Radio Aut (Terrasini-Palemo) e tanti altri, sancendo la legittimità di trasmissioni radiofoniche, purchè a copertura locale. Una Sentenza libertaria e garantista, quindi, che fece finire il monopolio di Radio Rai!

Alla cerimonia, erano presenti: il Vice-Sindaco Gianmario Mazzilli, l’Assessore al Turismo, Angelica Nocera, i Consiglieri Comunali, Maria Bifano e Biagio Russo, la Professoressa Maria Carmela Palmieri, il Professor Francesco Alfano, e i giornalisti Franco Rizzo e Rosalinda Ferrari.

Per la R.E.A (Radio Televisioni Europee Associate, che raggruppa ben 430 RadioTv in tutta la Penisola), era presente il Consigliere Nazionale e ideatore dell’iniziativa, che è stata accolta positivamente da 20 Comuni della Campania, Basilicata e Calabria, Tonino Luppino.

Luppino, storico speaker radiofonico e giornalista, ha ringraziato l’ Amministrazione Comunale ed ha anche esternato il suo grande amore per Rivello, suggestivo centro collinare, ad una mezz’ora di macchina dalla sua Sapri, che visitò per la prima volta negli anni Sessanta, rimanendone affascinato!