Salerno, la vicinanza del Presidente Strianese ai comuni colpiti dal maltempo

SALERNO – Allerta arancione in sette regioni italiane, da Nord a Sud Italia, è allarme maltempo. Danni in varie città e stamattina una tromba d’aria si è abbattuta anche su Salerno, nella zona orientale colpendo soprattutto il quartiere di Torrione.Maltempo anche nel salernitano, dove si sono registrati problemi di frane, alberi sradicati e strutture divelte.

“Oltre 40 gli interventi dei vigili del fuoco solo nella nostra provincia – afferma il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese – dove si contano danni notevoli, ma per fortuna non risultano persone coinvolte. A causa di una frana alcune frazioni del Comune di Laviano sono rimaste isolate.

Invece una violenta tromba d’aria si è abbattuta sulla città di Salerno, dove fortunatamente il Sindaco Napoli, in vista dell’allerta meteo annunciata ieri, aveva già provveduto alla chiusura di ville e parchi. Anche qui nessun ferito, ma la città ha comunque subito notevoli danni ambientali, soprattutto nell’area colpita dal furioso vortice d’aria. Decine di alberi sono stati sradicati all’impatto della tromba marina con la terra. Molti i danni provocati agli arredi dei locali e delle abitazioni, alle auto e motorini, sia a quelli parcheggiati che quelli in transito. In frantumi persino un vetro di un autobus sfondato da un oggetto trasportato dal vento. Ovviamente tanti i disagi anche alla viabilità a causa della chiusura di alcune strade che da Torrione conducono verso il centro cittadino.

Va detto che ovunque, a Salerno come nei territori provinciali, gli agenti della polizia locale e i vigili del fuoco hanno fatto un ottimo lavoro nella gestione dell’emergenza con grande prontezza e competenza, cercando di arginare i danni e i disagi per i cittadini.

Esprimo tutta la mia vicinanza ai Sindaci e ai comuni colpiti dal maltempo. Per fortuna non è stato registrato alcun ferito, ma in questo periodo è fondamentale mantenere alta la guardia ovunque nei nostri territori e cercare di prevenire in caso di ulteriori allerte.”