Satriano di Lucania: nuova ‘Trash Challenge: non è la mia spazzatura ma è il mio paese’

SATRIANO DI LUCANIA – Nuova “Trash Challenge: non è la mia spazzatura ma è il mio paese” nel borgo dei murales, dove questa mattina un gruppo di cittadini ha deciso spontaneamente di raccogliere una grande quantità di rifiuti nei boschi nei pressi del Caruso, la strada che collega Contrada Pantanelle alla Torre di Satriano e lungo la Isca-Pantanelle.

Si tratta della seconda raccolta spontanea di rifiuti nel giro di pochi giorni dopo quella di domenica 30 Novembre che aveva portato alla ripulitura della zona del fiume Melandro sottostante Piazza Matteotti, con la raccolta di oltre 5 quintali di spazzatura.

Ricordiamo che la Trash Challenge è un’iniziativa partita in America e che si è diffusa rapidamente in tutto il globo mobilitando tantissime persone a compiere un gesto concreto per il bene del pianeta ripulendo spiagge, parchi e strade prima disseminate di rifiuti e poi restituite alla collettività perfettamente ripulite.

Il Comune di Satriano supporta concretamente l’iniziativa impegnandosi nel ritiro dei rifiuti raccolti dai cittadini e offrendo i propri mezzi social come cassa di risonanza per le azioni di pulitura. Partecipare alla sfida social che fa bene all’ambiente è semplicissimo: si sceglie un posto sommerso dai rifiuti, lo si ripulisce e poi si postano gli scatti del prima e dopo la pulizia con gli hashtag #trashtag #trashchallenge #trashchallengesatriano #trashtagsatriano. La sfida continua!