Sciopero e manifestazione dei Vigili del Fuoco.

I Vigili del Fuoco aderenti ai sindacati di Cgil, Cisl e Uil hanno scioperato con una manifestazione nazionale a Montecitorio e presidi territoriali stamattina davanti alle prefetture.

Le iniziative messe in campo sono scaturite dalla vertenza unitaria dello scorso mese di giugno con cui hanno rappresentato ai Governi le problematiche che coinvolgono i Vigili del fuoco e il servizio da assicurare alla cittadinanza.

In particolare hanno richiesto: una valorizzazione effettiva dal punto di vista retributivo e previdenziale del lavoro, unico ed insostituibile, dei Vigili del Fuoco; una maggior tutela e garanzia degli infortuni e delle malattie professionali tipiche del lavoro dei Vigili del Fuoco; un riconoscimento reale della specificità e dell’alta professionalità dei Vigili del Fuoco; risorse adeguate per il rinnovo del contratto di lavoro; potenziamento degli organici del Corpo Nazionale finalizzato a diffondere il servizio sul territorio e a tutela della sicurezza dei Vigili del Fuoco.

Nel comunicato inoltre si legge: “poiché dette risposte non trovano il giusto riscontro nella legge di bilancio in discussione in Parlamento, CGIL CISL UIL VV.F. sono costrette a far sentire il grido di dolore dei Vigili del Fuoco a tutti i cittadini e a tutti i rappresentati del popolo in Parlamento”