Sciopero sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, grande adesione tra i lavoratori dell’indotto Total

De Nicola (Cgil Potenza): “Si convochi con urgenza il tavolo regionale della trasparenza”

CORLETO PERTICARA (PZ) – Grande adesione allo sciopero nazionale sulla sicurezza indetto da Cgil e Uil tra i lavoratori dell’indotto Total nonostante la forza lavoro ridotta per la fermata indetta da Total per il piano di evacuazione e antincendio. La sicurezza sui luoghi di lavoro è un tema molto sentito specie al Centro Oli per i rischi connessi all’attività svolta, così come anche denunciato di recente dalla Filctem Cgil.

“Dall’assemblea – ha detto Emanuele De Nicola, segretario della Cgil di Potenza – è venuta fuori anche la richiesta della convocazione urgente del tavolo sulla trasparenza chiesto da Cgil e Uil e che l’assessore si era impegnato a riconvocare ma oggi, a un mese dalla richiesta sostenuta anche dai sindaci di Gorgoglione, Corleto Perticara e Guardia Perticara – ancora non ci sono risposte sui temi occupazionali in riferimento ai cambi di appalto e agli esuberi. Per questi motivi l’assemblea ha deciso che in caso di mancanza di risposte si avvierà una mobilitazione generale affinché Total rispetti il patto di sito e gli impegni assunti con sindacati e istituzioni perché non si può pensare di fare profitti senza il rispetto occupazionale del territorio lasciando a casa circa 30 lavoratori”.