Serie C, festival delle occasioni tra Catania e Potenza, ma finisce in parità

Dal nostro corrispondente, Francesco Restaino

CATANIA – Allo Stadio Massimino di Catania arriva il Potenza per la gara che vale la 31esima giornata del Girone C.

Al termine del match seppur dopo un secondo tempo con occasioni da entrambe le parti, non si rompe l’equilibrio: è 0-0.

Di seguito le emozioni del match.

Il primo tempo si apre con una occasione da calcio piazzato per i padroni di casa; Cicerelli non trova la porta e spara alto sulla traversa. Ancora i padroni di casa al 20’, arriva un cross in area piccola ma Cicerelli non riesce ad agganciare e poi a rimorchio Celli prova il tiro dal limite ma senza impensierire Alastra. Catania sfortunato, costretto a sostituire Cicerelli e Cianci. Al 45’ prima vera occasione per il Potenza: bella palla messa in mezzo da Saporiti, Caturano in semirovesciata manda alto.

La seconda frazione di gioco si apre con il Potenza in attacco, Castorani manda in out il suo colpo di testa. Al 53’ ancora Potenza con il suo jolly Volpe che si accentra e trova, con un filtrante che attraversa molti giocatori del Catania, Caturano che non riesce a coordinarsi e batte fuori una grande occasione. A venti minuti dalla fine trema il Potenza, due occasioni nitide per il Catania che però non sfrutta e il risultato rimane ancorato sul pareggio. La prima arriva con Costantino che dall’area piccola defilato tira alto sulla traversa, la seconda con Chiricò chiuso bene da Hristov.

Al 74’ rispondono i lucani: Volpe semina il panico in attacco, ne salta due sul limite e poi costringe Furlan al colpo di reni. Proprio dal calcio d’angolo arriva un altro episodio pericoloso, sempre Volpe, sul cross di Saporiti, stampa il suo colpo di testa sulla traversa. Non si sblocca il match e al termine dei 4’ minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine.