Spopolamento, Bardi: “dati Istat al 2021 confermano eredità pesante”

POTENZA – “Il Censimento permanente della popolazione realizzato da Istat in Basilicata rivela una diminuzione dei residenti del 6,4% dal 2011 al 2021. Un dato temporale che evidenzia la pesante eredità che abbiamo ricevuto e la gravità della situazione. Per la prima volta, la nostra Giunta ha messo in campo un piano strategico che evidenzia lo spopolamento quale problema principale della nostra regione. E non sono mancate misure adottate dalla nostra giunta per combatterlo, penso ai contributi per la prima casa, al bonus gas e al bando per i non metanizzati. E al bonus acqua in arrivo a gennaio e altro ancora, per aiutare le famiglie lucane. Non basta e lo sappiamo. Il fardello pesante che abbiamo raccolto parte da lontano e non si risolve in pochi anni, ma richiede una strategia di lungo respiro. Accanto alle strategie già messe in campo, alla centralità della capacità imprenditoriale endogena, é necessario non solo difendere i poli produttivi esistenti, ma attrarre nuovi investimenti in Basilicata, per dare più opportunità soprattutto ai più giovani. Questa sarà la priorità della prossima consiliatura. Serve una visione strategica. Noi l’abbiamo messa nero su bianco oltre un anno fa”.

Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.