SS18, lettera del Circolo PD di Maratea su prospettive di crescita e sviluppo

MARATEA (PZ) – A distanza di un decennio dalla delibera n. 62 del 3 agosto 2011 con la quale il C.I.P.E. assegnò le risorse ad “infrastrutture strategiche interregionali e regionali” che interessarono anche la ” S.S. 18 eliminazione pericolo caduta massi (Maratea)” e la successiva unificazione dei due lotti, inizialmente previsti, per la realizzazione delle gallerie “Acquafredda” e “Crivi”, nei prossimi mesi finalmente si avvieranno i cantieri per le tanto attese opere. 

I lavori, oltre a risolvere parzialmente il problema della pericolosità della S.S. 18 sull’intero tracciato che interessa il comune di Maratea, avranno un notevole impatto sulla vita della collettività locale. 

Come circolo PD di  Maratea da tempo sollecitiamo un pubblico confronto con i responsabili comunali, regionali, nazionali e con l’Anas sia per analizzare le ricadute che il cantiere avrà sulla vita quotidiana degli utenti della strada nonché su quella degli abitanti di Acquafredda, sia per verificare l’impatto dell’opera dal punto di vista paesaggistico. 

Non bisogna mai dimenticare la particolarità del luogo nel quale si andrà  ad intervenire.

La nostra prima richiesta di confronto sul tema l’abbiamo inviata il 15 novembre 2019. 

A questa richiesta ha dato riscontro solo l’allora Sottosegretario per le infrastrutture e trasporti Senatore Salvatore Margiotta che è venuto anche a Maratea il 02 agosto 2020 per un pubblico confronto con il Circolo PD. 

In quell’occasione, oltre a richiedere l’unificazione dei 2 lotti inizialmente previsti e l’accelerazione della gara di appalto, abbiamo posto altri problemi che ribadiamo con forza anche alla vigilia dell’avvio dei lavori:

– organizzazione dei collegamenti tra Acquafredda e Sapri, durante il periodo di chiusura della strada, affinché non si ripeta la triste vicenda vissuta nelle ultime due chiusure: la prima del 17 agosto 2020, protrattasi fino al 15 ottobre 2020 senza che venisse preso nessun provvedimento in merito alla fermata dei treni o all’accelerazione dei lavori, nonostante le tante nostre lettere inviate e le proteste dei cittadini ; e l’ultima del 9 febbraio u.s.;

 – ricadute del cantiere sulla qualità della vita nella frazione Acquafredda. Si parla dell’utilizzazione del campo sportivo, ubicato nel centro del paese, come deposito di materiali e mezzi. Tale scelta sicuramente creerà notevoli disagi ai cittadini;

 – utilizzazione ai fini turistici dei tratti di strada che verranno dismessi a seguito della messa in esercizio delle gallerie. Vogliamo evitare quanto già accaduto al tratto di strada dismesso ad “Apprezzami l’asino”, chiusa definitivamente.

 – utilizzo del materiale di risulta dalle perforazioni delle gallerie, se idoneo, per il ripascimento delle spiagge soggette, da tempo, ad una devastante erosione. 

Su questi temi chiediamo un confronto in loco,  al Sindaco, finora sempre sordo ed indifferente alle istanze dei cittadini, alla Regione e all’Anas per affrontare le prevedibili difficoltà, prima dell’apertura del cantiere, in modo da anticipare la nascita dei problemi e per una doverosa informazione alla popolazione che subirà le ricadute dell’avvio dei lavori.

In un paese civile dove i governanti hanno a cuore il benessere della collettività, questa informazione/confronto si sarebbe gia’ svolto. 

Sollecitiamo con forza ed attendiamo fiduciosi prima di intraprendere azioni di giusta protesta.

Sul tema delle infrastrutture e trasporti nel comune di Maratea nella nostra lettera del 15 novembre 2019 chiedevamo, inascoltati, al Sindaco e alla Regione di intervenire su altre importanti questioni quali :

– un collegamento stradale idoneo tra la superstrada del Noce S.S. 585 e Fiumicello, attraverso il passo della Colla.

Anche su questa proposta l’ex sottosegretario Senatore Margiotta informò che il progetto esistente fu anche in parte finanziato con risorse assegnate alla Provincia per 3,1 Milioni di euro, negli anni utilizzati per altri scopi. Chiediamo che questo progetto venga inserito nelle risorse del Recovery Fund ;

– sulle altre infrastrutture stradali chiediamo di recuperare i vecchi progetti esistenti per il miglioramento della S.S. 18 come quelli per la circonvallazione completa dell’abitato di Acquafredda, il miglioramento del tracciato tra Castrocucco e Marina di Maratea e tra Marina e Fiumicello, di riprendere in considerazione il progetto della strada di collegamento tra Santa Caterina-Massa-Superstrada del Noce.

In questi giorni Trenitalia sta concludendo gli accordi con le regioni per il nuovo orario estivo dei treni. Riteniamo che, come brillantemente e con molta fatica fatto lo scorso anno, anche quest’anno dobbiamo batterci per avere adeguati collegamenti ferroviari con il resto del Paese se vogliamo sfruttare a pieno le nostre potenzialità turistiche.

Chiediamo, pertanto, all’Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità  arch. Donatella Merra che intervenga su Trenitalia per le fermate a Maratea dei seguenti treni

– nuova fermata Frecciargento Sibari-Bolzano 8510 delle ore 8,02 e corrispondente Bolzano-Sibari 8519 delle ore 20,50; 

– riconferma della fermata del Frecciargento Reggio Cal.-Roma 8344 delle ore 17,50 e corrispondente Roma-Reggio Cal. 8345 delle ore 11,40; 

– riconferma della fermata del Frecciarossa Reggio Cal.-Milano-Torino 9542 delle ore 12,42 e corrispondente Torino-Milano-Reggio Cal. 9523 delle ore 16,17. 

Con la fermata di questi treni si collegherebbero, con treni Alta Velocità ed in tempi accettabili, le maggiori città italiane dando un grande impulso al turismo locale. 

Continuiamo, inoltre, a chiedere con forza la riapertura della biglietteria di Maratea per fornire un’assistenza di qualità ai viaggiatori che utilizzano la nostra stazione. 

La stagione estiva incombe, le famiglie stanno organizzando le proprie vacanze: è il tempo migliore per presentare le nostre credenziali. 

Nell’attesa di ricevere adeguate risposte alle nostre istanze auguriamo

Buon lavoro

È quanto scritto in una lettera indirizzata ai vertici regionali, e ad Anas e Ministero alle infrastrutture dal Segretario Reggente del Circolo PD di Maratea Vito Tedesco