SS18 – Maratea. Rosa e Mattia (FdI): “Porre fine alla querelle per risolvere immediatamente i disagi”

ROMA – “Facciamo nostre le preoccupazioni dei marateoti per lo stallo creatosi con la Regione relativamente alla riapertura temporanea della SS18. È ovvio che consentire il transito temporaneo sulla statale, in attesa dei lavori sul tracciato alternativo, sia quantomeno improcrastinabile. Il problema, lo scorso anno, era stato risolto con un monitoraggio del costone per garantire la sicurezza del transito; monitoraggio che, in via straordinaria, era stato affidato ad ANAS. Nelle more della sistemazione del tracciato alternativo, si deve riaprire temporaneamente la SS18 ma manca chi deve effettuare il monitoraggio. Questo l’allarme lanciato dai cittadini che la Regione non ha inteso accogliere”. Lo scrivono in una nota il deputato Aldo Mattia e il senatore Gianni Rosa.

“Dopo mesi di sterile dibattito su quale Ente dovesse farsi carico di monitorare il costone, abbiamo appreso che il Capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale, con una nota del novembre scorso, ha provveduto a dirimere la questione relativa alla competenza che spetta alla Regione. Non comprendiamo, dunque”, si chiedono i due esponenti di Fratelli d’Italia, perché, a fine febbraio, non si sia ancora fatto nulla, posto che le risorse da impiegare risultano ammontare a circa 140.000,00 euro. Una somma modesta che risolverebbe, invece, un grande problema per i cittadini di Maratea”.

“Auspichiamo che la Regione si attivi prontamente. La perla del Tirreno non può iniziare in svantaggio, rispetto ad altre località, la stagione turistica alle porte”, concludono Mattia e Rosa.