Stellantis, Evangelista (Fim Cisl): «Servono almeno 300 mila vetture all’anno per garantire i livelli occupazionali»

MELFI (PZ) – Commentando i dati produttivi di Stellantis diffusi questa mattina dalla Fim Cisl nazionale, il segretario generale della Fim lucana Gerardo Evangelista ha detto che «a Melfi la transizione verso i veicoli elettrici è ormai iniziata» annunciando che «a breve partiranno i lavori nell’unità verniciatura per poi proseguire nel periodo estivo nell’unità montaggio e lastratura». «Si tratta – ha specificato il leader lucano della Fim – di lavori propedeutici all’avvio, a inizio 2024, della produzione del primo modello completamente elettrico, per poi proseguire con la messa in produzione delle altre vetture già programmate per lo stabilimento di Melfi». Evangelista ha auspicato «un patto forte a sostegno di tutto il polo automotive di Melfi. La Basilicata – ha aggiunto il sindacalista – potrebbe sfruttare la sua esperienza nella produzione di auto per entrare in questo settore in rapida crescita e beneficiare del trend positivo verso la sostenibilità», tuttavia «serve un volume produttivo di almeno 300 mila vetture per garantire i livelli occupazionali nello stabilimento Stellantis e nelle aziende dell’indotto».