Un’estate stellare al Parco Attrattore di Trecchina

EDITORIALE − Entra nel vivo la stagione turistica al Parco delle Stelle.

Un’estate che, nata con mille perplessità legate al Covid-19, sta invece regalando buoni numeri nella Valle del Noce. Un Parco, luogo ideale per bambini e famiglie, con ettari da scoprire metro per metro, passo dopo passo. A piedi, in bici o a cavallo, per godere tutta la bellezza paesaggistica di uno dei luoghi più autentici dell’intera Basilicata.

Pochi chilometri per passare dall’ Appennino Lucano, con i monti Coccovello e Serra Pollino, alla Perla del Tirreno: un’opera d’arte naturale che si estende per 32 chilometri di costa, sovrastata dai ruderi del Castello, dalla statua del Cristo Redentore e dalla Basilica di San Biagio.
Un attrattore che dunque, situato a mille m s.l.m., offre paesaggi più unici che rari: i monti del Parco Nazionale ed una vista mozzafiato su Maratea e Golfo di Policastro.

Natura, avventura e sport le tre parole d’ordine.
Sono numerose, infatti, le attività outdoor praticabili, come Trekking, Parapendio, Equitazione, Mountain bike e Percorsi tematici sulla geologia. Il tutto con ausilio di professionisti del settore.

Un sentiero di circa 1 km fa, invece, da cornice alle 4 attrazioni che si uniscono a ristorante, bar food, varie aree picnic con bbq ed area baby.

Nomi evocativi per i 4 attrattori: dalla “Via Lattea”, monorotaia biposto, lunga circa 1 km al “Big Bang”: un pendolo gigante con un raggio di rotazione di 10 m, che effettua un giro 360° e raggiunge una velocità massima di 60 km/h; dalle “Comete” a “Synestia”: una pista da percorrere su un gommone monoposto con curve mozzafiato; per un’offerta variegata e per tutte l’età.

Ed ancora: in base all’esperienza dello scorso anno e per rendere il macro-attrattore più competitivo numerosi interventi sono stati messi in campo dalla direzione. In primis sono aumentate le aree picnic e i punti barbecue, con la possibilità di prenotare e acquistare in loco cestini locali. Migliorie che hanno toccato anche i collegamenti preesistenti al fine di rendere il percorso più agevole, mettendo in rete i diversi punti. Infine, non mancheranno neanche quest’anno attività per i più piccoli e degustazione di prodotti tipici, con numerosi live musicali in programma ed altre attività di intrattenimento.

Il tutto con un occhio speciale alla tematica “Covid-19” grazie al varo di diverse misure: dall’acquisto dei biglietti online ai percorsi differenziati e distanziati; dall’aumento dell’area pic-nic alla riduzione dei posti al ristorante. Prevista, altresì, la sanificazione delle attrazioni da parte degli operatori ad ogni utilizzo.