Viabilità, punto in Regione su Sinnica e Ss18 di Maratea: torna il progetto galleria

POTENZA – Torna a splendere il sole sulla Basilicata, ma gli occhi restano puntati sulla viabilità. Nel vertice di ieri in Regione tra l’assessore Donatella Merra e Anas, primo punto all’ordine del giorno è stata la statale 653 Sinnica. Da tempo amministratori locali e cittadini segnalano – anche al nostro telegiornale – rallentamenti e disagi. In particolare, in corrispondenza del semaforo con senso unico alternato sul viadotto Valsinni, dove si creano lunghe code soprattutto nel fine settimana. Un intervento necessario per lo stato di deterioramento dei giunti – spiega Anas – e rallentato da un contenzioso con l’impresa esecutrice dei lavori, spiega Anas che ha annunciato una soluzione urgente con risorse proprie.

Sempre sulla Sinnica – un’arteria considerata strategica per il collegamento con Campania, Calabria e Puglia ma vittima di frequenti episodi di dissesto idrogeologico – dalla Regione la richiesta di monitorare un altro viadotto, il Fortunato, già chiuso al lungo nel 2019.  

Chiusa la parentesi estiva della bretella a senso unico alternato, alle prime piogge sono ripartite le frane sulla statale 18 a Maratea. E  non nel tratto già interrotto a Castrocucco. “Servono interventi di manutenzione, prima di tutto pulitura e sistemazione dei canali Monte Serra a Castrocucco e Arenaria a Marina che esattamente un anno fa provocarono il fiume di fango nelle due frazioni”, sono le priorità indicate dal Consorzio turistico che – nel chiedere un nuovo modello di monitoraggio sull’esempio della costiera amalfitana – invoca una conferenza di servizi per mettere le basi della stagione turistica 2024. Intanto, il progetto della galleria naturale per risolvere definitivamente la situazione sarà discusso a Roma nei prossimi giorni.