Violenze fisiche e psicologiche in famiglia: ai domiciliari un 34enne materano

MATERA – Proprio nella mattinata di 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne i Carabinieri della Compagnia di Matera hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Matera su richiesta della locale Procura della Repubblica, un materano di 34 anni ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate dai futili motivi.


Nello specifico, il provvedimento restrittivo è stato emesso sulla scorta delle evidenze investigative fornite dai militari della Sezione Operativa che, a seguito della denuncia della vittima, dalla quale si evinceva una situazione di convivenza conflittuale e fortemente compromessa, caratterizzata da violenze sia psicologiche che fisiche, hanno immediatamente avviato gli accertamenti del caso.

Dalle indagini espletate è emerso che il 34enne, da oltre un anno e per futili motivi, era solito aggredire sia verbalmente che fisicamente la compagna che, in alcune occasioni, a causa della gravità delle lesioni subite, era stata costretta a ricorrere alle cure mediche presso il pronto soccorso dell’ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera, anche se la donna in tali circostanze aveva riferito di essere caduta per paura di ulteriori ritorsioni da parte dell’uomo.

I Carabinieri hanno ricostruito la dinamica dei fatti, anche attraverso i racconti di alcuni testimoni, delineando un chiaro quadro indiziario nei confronti dell’uomo che ha portato l’Autorità Giudiziaria ad emettere la misura cautelare in questione.


Il 34enne, rintracciato presso la propria abitazione, è stato condotto in caserma ed al termine delle previste operazioni,è stato accompagnato presso l’abitazione dei propri genitori in regime di arresti domiciliari