Volley | Vittoria in rimonta per la Cave del Sole Lagonegro

Lagonegro- Mondovì 3-2 Cave del Sole Lagonegro :  Marini, Biasotto, Argenta 33, El Moudden (L), Hoffer (L), Zivojinovic, Beghelli , Pistolesi 3, Di Silvestre 24, Bonola 6, Milan 3, Armenante 15, Maziarz 10 All. Barbiero 


Synergy Mondovì : Meschiari 2, Chakravorti 2, Raffa (L), Arinze 35, Fenoglio, Lusetti 1, Boscaini 12, Catena 14, Camperi, Ceban 11, Mazzon 14, Cianciona 1. All. Denora Caporusso
31’, 27’,36’, 35’, 22’  tot 2 h 31’ 


Lagonegro : 13 muri, 2 Ace, 17 Errori in battuta, 49%Attacco, 55% (42%)Ricezione

Mondovì: 13 muri, 6 ace, 12 errori in battuta, 44% attacco , 64%(50%) Ricezione Arbitri :Autori, Vecchione. 

MARSICOVETERE (PZ) – La Cave de Sole inizia con il piede giusto nelle prime battute, nelle fasi centrali Barbiero richiama i suoi ribadendo gli schemi di gioco, al rientro in campo gli uomini bianco rossi mantengono testa ai suoi avversari portandosi in vantaggio, ma sul finale sono gli uomini di Denora ad  essere più incisivi e i lucani non possono fare altro che cedere il set.


Mister Barbiero sceglie il solito sestetto con Pistolesi e Argenta, Di Silvestre e Milan , Maziarz e Bonola al centro Hoffer libero. Denora schiera l’opposto Arinze, in diagonale Lusetti,  Mazzon e Boscaini schiacciatori, al centro Ceban e Catena libero Raffa.
Primi due set condotto dagli ospiti e nel terzo parziale Lagonegro rientra in gara e si gioca punto a punto nei primi scambi, la Synergy scappa macinando gioco, ma nel finale è la determinazione e il gioco di squadra a concedere ai bianco rossi il set. Nel quarto l’inizio è quasi identico al terzo, Mondovì tenta la fuga, ma i padroni di casa non mollano la presa, nel finale la superiorità degli attacchi lucani è determinante per la vittoria. Nell’ultimo set non c’è storia per i Monregalesi, i lucani non si fanno trovare impreparati, questa volta non concedono nulla e prendono il volo mettendo a segno punti su punti. Agli ospiti è toccato solo dichiarare la resa.

CRONACA 
Iniziano in battuta gli ospiti, ma sono i lucani ad avere la meglio ed portarsi in vantaggio di + 2. E’ Di Silvestre con una stretta diagonale a trascinare i compagni alle tre lunghezze di vantaggio.  La parità viene ripristinata dallo schiacciatore,  ex di turno,  Boscaini, (7-7). Nelle battute centrali, la Synergy prova a scappare così Mister Barbiero ferma il gioco richiamando i suoi a rifiatare, al rientro sul tappeto di gioco i lucani si fanno sentire con Milan e un gran muro dal centro (12-15). Milan scambia con Armenante, Maziaz dagli otto metri, sorprende gli avversari con un due ace, parità (17-17). Il gioco continua punto a punto,  la Cave Del Sole sul finale si riporta in vantaggio di due lunghezze  su un mani out di Argenta. Armenante sigla il 24-23 con diagonale. Nel finale gli uomini di Barbiero perdono di lucidità e i Monregalesi ne approfittano chiudendo il set (26-28)

Nel secondo set Armenante rimane in campo al posto di Milan, la ripresa del gioco è punto a punto (4-4), ma è la Synergy a fare gioco ed incrementare vantaggio di + 4. Tra le fila lucane, esce Pistolesi per Zijvoinovic. La Cave del Sole non si perde d’animo, e supportata dal pubblico di casa reagisce agli attacchi dei Monregalesi riportando il tabellone alla parità (15-15). Alla seconda parità sul 18mo punto il Palasport esplode di gioia. Bonola scambia per Biasotto. Nelle battute finali, i lucani sono costretti a rincorrere, anche se richiamati da  Barbiero sul 20-24, riescono solo ad accorciare ma non a portarsi a casa il set.

Il terzo riprende punto a punto fino al 10 punto, sono sempre gli ospiti a portarsi in vantaggio con un ace di Catena e con una diagonale di Arinze (11-13), Bonola scambia per Biasotto. Sono gli ospiti ben  posizionati in campo ad attaccare i lucani, alzando muro contro Argenta e poi con Arinze in diagonale + 4 (13-17).  Gli uomini di Barbiero non si danno per vinti, e nelle battute finali affilano gli artigli, mostrando al suo pubblico determinazione, coraggio, voglia di non deludere, è parità 22. Coach Barbiero sulla seconda parità  (25-25) chiama i suoi a sedersi per 30 secondi. Si riprende il gioco sul taraflex, è un botta e risposta tra le due formazioni, i lucani con Marziarz vanno in vantaggio, con un recupero da fuori campo del libero lucano Hoffer serve  Argenta che con diagonale inafferrabile  fa registrare l’ennesima parità 29-29. Con gioco da manuale nel finale, La Cave del Sole mette il lucchetto al set,  il Palasport  scoppia in un boato.
Il quarto set riprende quasi fotocopia del primo, si prosegue punto a punto, Cianciotta dagli otto metri la spreca in out, sul 10mo punto, Boscaini mette in difficoltà la difesa avversaria e gli ospiti allungano + 2 (11-13). L’opposto bianco rosso ripristina  la parità sul 16mo punto. Mondovì allunga + 2 (17-19) con Arinze e Barbiero chiama i suoi. Si riprende il gioco e la Cave del Sole pareggia i conti sul 19, nelle battute finale è Boscaini a trascinare i suoi a due lunghezze di vantaggio, Armenante si oppone alzando muro su Arinze si riparte da parità 23.  Mister Barbiero ferma il gioco , si gioca punto a punto, fino al 26 pari, i padroni di casa alzano muro agli avversari ed è parità nel conteggio dei set, serve il tie break decisivo.
Il quinto set  definitivo si apre con un continuo cambio palla, si arriva a 7 pari, è a sigla  Marziarz  il vantaggio di + 2 Denora è costretto a fermare il gioco, ma al rientro il direttore di gara assegna il cartellino rosso agli ospiti per troppe proteste (11-8). Il gioco continua con diagonale di Argenta, è solo la Cave del Sole a fare spettacolo e Mister Denora richiama i suoi. Al rientro Argenta affonda in diagonale il 14mo punto e la Synergy è forzato a commettere errore nell’ultima battuta di gioco.